30. BI-MU / SFORTEC INDUSTRY

Vieni a conoscere SIRI a 30.BI-MU / SFORTEC INDUSTRY

Padiglione 11, stand G59A.

 

Eventi:

5 ottobre 2016, dalle 14.00 alle 16.00, sala Sagittarius

“industria 4.0: tra realtà e illusione”

In questi ultimi anni, il tema di Industria 4.0 è prepotentemente balzato alla ribalta, sia in ambiti tecnici sia in ambiti più generalisti.

Questa “sovraesposizione” ha portato alla nascita di molteplici definizioni e interpretazioni del concetto, che talvolta si discostano dalla visione industriale e concreta che inizialmente lo caratterizzava, fino ad arrivare ad interpretazioni di totale rottura rispetto allo stato dell’arte e difficilmente interpretabili dal mondo industriale.

Al fine di “ricondurre nei binari” il tema di Industria 4.0 che, comunque, assume una importante valenza strategica per il settore della macchina utensile, alcuni esponenti italiani del settore discuteranno, con un approccio improntato alla concretezza, alcuni casi industriali e le prospettive che ne caratterizzeranno le applicazioni settoriali.

Apre i lavori Massimo Carboniero, presidente UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE

Ne parleranno: Domenico Appendino, presidente SIRI; Mauro Biglia, BIGLIA; Giuseppe Fogliazza, MCM; Paolo Gennaro, AVIO AERO; Giuseppe Sceusi, MARPOSS; Marco Taisch, Politecnico di Milano;

Modera: Alfredo Mariotti, direttore generale UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE

6 ottobre 2016, dalle 14.00 alle 17.00, sala Aquarius

“sicurezza e robot collaborativi”

End effector collaborativi, ovvero progettati per un utilizzo in sicurezza della manipolazione con la presenza degli operatori, sensori più articolati e configurabili, ampliamento della gamma di robot e payload per uso collaborativo. Sono alcune delle tracce di un reale consolidamento della robotica collaborativa, sempre più presente nella integrazione di cella o nel disegno di nuove soluzioni ibride. Consapevolezza e conoscenza da parte degli operatori stanno rapidamente aumentando, così come il bisogno di testimonianze ed esempi.

Il workshop è dedicato alle novità ed esperienze della robotica collaborativa, con particolare attenzione agli aspetti di produttività, sicurezza ed ergonomia.

La sicurezza dell’operatore non è soltanto ricercata nelle necessarie caratteristiche dei sistemi robotizzati, bensì fa parte dei criteri con cui pensare le nuove postazioni di lavoro e organizzazione delle operazioni. Un approccio nuovo alla robotica e alle macchine.

Il riconoscimento di 2 CFP (codice evento 835-16) al presente convegno è stato autorizzato dall’ordine Ingegneri di Milano, che ne ha valutato anticipatamente i contenuti formativi professionali e le modalità di attuazione

Previsti interventi di Domenico Appendino, presidente SIRI e a seguire le novità normative sulla sicurezza dei robot (CNR ITIA), l’impatto sulla salute e sulla sicurezza degli operatori (INAIL) e testimonianze aziendali su applicazioni collaborative

I convegni, gratuiti, si terranno presso il Centro Congressi Stella Polare.
Per accedere a 30.BI-MU / SFORTEC INDUSTRY è necessario effettuare la preregistrazione visitatori che permette di ottenere gratuitamente il biglietto di accesso permanente GOLDEN CARD.

IPERAMMORTAMENTO AL 250% PER I “BENI 4.0″

Mercoledì 21 settembre, al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci”, è stato presentato il Piano Nazionale Industria 4.0, alla presenza del Presidente del Consiglio Matteo Renzi e del Ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda, per rilanciare gli investimenti e le imprese italiane.

Nel corso dell’evento, il Governo ha annunciato una serie di misure che assegnano 13 miliardi di risorse pubbliche per attivare investimenti innovativi con incentivi fiscali di natura “orizzontale”, ossia non basati su bandi, bensì sulla riduzione del carico fiscale sugli investimenti definiti dalle aziende in base alle loro necessità.

In particolare, tra queste misure, ricade il cosiddetto “iperammortamento”, che prevede un’aliquota del 250% e che si applicherà ai “beni 4.0”. Per rientrare nella “categoria”, i beni devono avere caratteristiche di interconnessione, digitalizzazione della produzione, processi manifatturieri innovativi, integrazione a livello filiera (specie con gli aspetti di progettazione e collaudo), condivisione delle informazioni, collaborazione macchine-operatori, ecc…

A questa misura, si affiancheranno

  • il superammortamento al 140%, che è già in vigore e che verrà prorogato per i beni strumentali più “tradizionali”;
  • il rifinanziamento della “Sabatini”;
  • nuove misure per le start-up;
  • la creazione di competence center nazionali;
  • la formazione di figure professionali “4.0”.

Dal punto di vista delle tempistiche, l’azione legata a iper- e superammortamento inizierà il 1 gennaio 2017 e durerà fino al 30 giugno 2018, richiedendo l’effettuazione dell’ordine e il versamento di un acconto del 20% entro il 31 dicembre del 2017.

A breve, il testo ufficiale degli strumenti legislativi sarà pubblicato dal Governo

slide di presentazione

Articolo de “Il Sole24ore”

Domenico Appendino è il nuovo presidente SIRI

Domenico Appendino succede a Rezia Molfino che, dopo aver coperto il ruolo di Presidente per 16 anni, non ha presentato la sua candidatura e rimane in Associazione in qualità di Vicepresidente onorario con incarichi di rappresentanza internazionale di ricerca e progetti europei, insieme a Giovanni Legnani, Professore ordinario di Meccanica Applicata alle Macchine presso l'Università di Brescia, confermato in veste di Vicepresidente con incarichi di formazione e didattica.

Nato nel 1951, Domenico Appendino diventa ingegnere nucleare nel 1974 al Politecnico di Torino dove lavora fino al 1976 (didattica e ricerca) e si specializza.
Dal 1976 al 1978 progetta componenti meccanici per impianti nucleari in FIAT TTG.
Dal 1978 al 1982 è direttore tecnico di CEAST (apparecchi di controllo e misura), rinnova completamente la linea di prodotto. Dal 1982 al 2010 dirigente del Gruppo PRIMA INDUSTRIE, ricopre vari incarichi (dal 1982 al 1983, responsabile di IMPERIAL PRIMA, sviluppa e distribuisce una nuova linea di prodotti di misura ‐ dal 1983 al 1995, direttore e consigliere di SAPRI, sviluppa e distribuisce la linea di robotica della società ‐ dal 1995 al 2010, direttore marketing di PRIMA INDUSTRIE, è protagonista dell’internazionalizzazione del Gruppo e dal 1999 al 2010, direttore corporate del Gruppo, della costituzione e sviluppo delle società in Asia di cui è stato presidente, vicepresidente o consigliere).
Dal 2011 in PRIMA INDUSTRIE è, come detto, vice presidente esecutivo della Capogruppo, presidente di Prima Power Suzhou e consigliere delle altre controllate in Cina.
Durante la sua carriera ha svolto attività culturali inerenti le tematiche professionali vissute ed è autore di un centinaio di articoli e pubblicazioni nei vari settori in cui ha operato.

Corso Nazionale Automazione Industriale e Robotica 2016

A Bari, dal 25 al 27 ottobre 2016, si terrà il Corso Nazionale Automazione Industriale e Robotica 2016.

Grazie alla loro crescente "intelligenza" i robot ed i dispositivi d'automazione entrano sempre più nella vita quotidiana ed industriale e svolgono compiti sempre più complessi, talvolta a diretto contatto con l'uomo.
Il corso si indirizza a coloro che vogliono capire ed applicare l'automazione ed i suoi recenti sviluppi.

Le prime due giornate del corso approfondiscono alcune tematiche di estrema attualità, quali la sicurezza e la visione.

L'ultima giornata approfondisce questi temi con numerosi esempi applicativi reali.

La teoria è affiancata a esperienze pratiche e visite guidate ad aziende e laboratori qualificati.

Il corso è particolarmente adatto a tecnici e operatori del settore (diplomati o laureati), studenti universitari, ricercatori, docenti delle scuole superiori. Oltre agli interventi di numerose aziende leader nella robotica ed automazione, sono previste visite a industrie e centri di ricerca di primaria importanza per l'automazione italiana e internazionale. Sarà quindi possibile toccare con mano diversi aspetti dell'automazione.

Il corso è un momento di scambio e di crescita comune per persone che provengono da settori diversi, è tenuto da docenti universitari di diverse sedi nonché da esperti provenienti da differenti settori industriali e consente quindi di dare una visione completa e approfondita del settore.

Programma allegato

Corso_2016Corso_2016 [1.093 Kb]